Come pensa una poesia

Uno yogurt al limone ed è festa
un cucchiaino di cremoso biancore
un liquore nella pancia bruciante
del signore con le guance rosse

Ed è ancora festa quando immagino
berretti rossi e scale dorate a chiocciola
che salgono nel celeste e nell’azzurro
tra le nuvole un aquilone che passa.

Ed è ancora festa senza congiunzioni
senza limiti senza canoni e senza cannoni
senza coglioni e senza carote spelacchiate
Oscena metafora! O giro d’accenti?

Un giro di mongolfiere lucenti.

background0

Annunci

2 commenti

Archiviato in poesia

2 risposte a “Come pensa una poesia

  1. thesorrow29

    Versi pensanti, accattivanti.
    Mi hanno con piacere colpito
    Una buona serata a te
    Rodrigo

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...