ACQUA

Zampilla, fresca e dolce come una risata cristallina, inonda il cielo nel riflesso del suo volto. Ho incontrato l’acqua, mi ha sorriso. Mi ha invasa con quella dolcezza che si riconosce agli amanti, lei così sinuosa!

L’ho sentita insinuarsi nella gola, rinfrescando la mia parola, poi nel corpo e nel sesso, fino ai piedi che poggiavano sulla terra. E’ stato allora che la sua risata ha scosso il suolo dove mi poggiavo, risalendo, svegliando ancora tutti i pori assetati. Mi ha scosso come scuote l’elettricità, e negli occhi ridenti avevo il suo volto…


Questa poesia è stata scritta tre anni fa ed esposta in occasione di una mostra personale presso l’Associazione Culturale “Pentatonic” di Roma.

Annunci

1 Commento

Archiviato in poesia, scrittura

Una risposta a “ACQUA

  1. Un ringraziamento a coloro che apprezzano il mio “lavoro” (perchè, di base, è un piacere!)

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...